Browsing "NOTIZIE SU E DAL DINANIMISMO"

IN USCITA IL NUOVO NUMERO DI ISOLA NERA

DSCF0574.JPGIn uscita ISOLA NERA numero 57, periodico di Letteratura on line,

Direzione Giovanna Mulas e Coordinazione Gabriel Impaglione.

 

ISOLA NERA è TRE FORMAT IN TRE LINGUE DIVERSE, DIFFUSO NEI PUNTI FOCALI LA LETTERATURA DEL MONDO, CONSIGLIATO UNESCO. L’abbonamento a ISOLA NERA è gratuito, per abbonarti e ricevere i numeri della rivista nella tua casella di posta elettronica invia un’ email di richiesta a:  laredazionedellisola@yahoo.it

Lettere al direttore: mulasgiovanna@yahoo.it / direzioneisolanera@yahoo.it

Comunicati Stampa: ufficiostampaisolanera@gmail.com

info, domande, consigli: segreteriaisolanera@yahoo.it

Inoltre si ricorda che la scrittrice Giovanna Mulas il 10 settembre sarà a San Fratello, dove la gravità del dopo frana persiste, con un reading a favore della popolazione.

Accompagneranno i testi le musiche di Katia Pesti.
Con l’attore e regista Gianfranco Quero

L’ARTE CORRE AVANTI VELOCE A TAORMINA!!!

Nell’evento “il Mare nel conscio ed il mare dell’inconscio”, appena concluso in Messina – Taormina sono stati presenti grandi artisti di fama internazionale.
 
images 1.jpg Il Maestro Ennio Morricone
ha confermato la sua presenza con noi dal 19 al 22 agosto 2010 per ricevere la  corona d’alloro honoris causa, realizzata dal noto orafo Carlo Izzo, per la sua lunga carriera dedicata a composizioni  per il cinema, opere teatrali, lavori sinfonici, composizioni corali, musica da camera; per la sua attività di direttore d’orchestra che ha visto la sua musica protagonista in innumerevoli città del pianeta,con la seguente motivazione“Con Lui  la musica vive in Lui in una interpretazione vigorosa ed appassionata: il suo volto, il suo corpo riescono a mostrare quella sofferenza esteriore ed interiore del ruolo che impersona con una gestualità ed una non meno straordinaria presenza scenica. La sua rigorosa scrittura musicale, attraverso il sapiente utilizzo delle molteplici tecniche compositive, è sempre felicemente tesa alla rappresentazione della realtà, del desiderio, della speranza. E tutto ciò ne fa uno tra i più grandi rappresentanti dell’Arte del nostro tempo
 
L’evento appena concluso avrà, pertanto, continuazione il 19 agosto in seno al progetto pilota ”turismo artistico a costo simbolico”, che ha ricevuto ampi consensi da tutti gli artisti intervenuti.
A differenza della fase già conclusa in cui vi era una fitta agenda di appuntamenti con varie autorità istituzionali, escursioni e premiazioni in Messina, Taormina, Forza d’Agrò, Savoca e Roccalumera, serate di gala con performances di grandi artisti (certamente troppi) di levatura internazionale, la sua continuazione si incentra sulle espressioni artistiche della poesia e della musica, intervallati a momenti di relax tra le bellezze naturali della Sicilia ed ha il suo culmine nella serata di sabato 21 agosto “ a cena con Ennio Morricone”
Il programma ha già i seguenti punti fermi e sarà definitivamente presentato alla stampa entro il 30 luglio 2010..-……–……CONTINUA SU:

ISOLA DELL’ASINARA: LETTERA DEGLI OPERAI CASSAINTEGRATI

27225_1311478355282_1480328829_30912068_6610810_s.jpgDopo la dedica ( http://e-bookdinanimismo.myblog.it/archive/2010/07/03/giovanna-mulas-e-la-sua-battaglia.html ) della scrittrice Giovanna Mulas (candidata italiana al Nobel nel 2006) ecco la risposta degli Operai. La lettera è stata liberamente scaricata da Facebook e mi sembra giusto riproporla in questo spazio  per dare, per quanto nelle mie possibilità, un’aiuto simbolico agli amici operai, per sottolineare la loro protesta assolutamente non violenta e per ricordare a tutti gli amanti dell’arte e della poesia che l’indifferenza verso il sociale uccide l’arte, annega la poesia ed impoverisce l’anima!!! Ecco perchè, cari Lettori, vi chiedo di diffondere la seguente lettera nei modi e nei tempi a voi più congeniali e per questo infinitamente vi dico grazie.

Zairo Ferrante 

“Carissima Giovanna,

è con grande riconoscenza ed emozione che apprendiamo della tua sincera dedica, segno di un’attenzione e particolare sensibilità per la lotta che noi, da circa sei mesi ormai, portiamo avanti.
La difficile situazione in cui ci troviamo, che purtroppo non è figlia unica di questo momento dell’economia mondiale, è ulteriormente appesantita dall’indifferenza estiva dei mass media e dalla latitanza delle figure Istituzionali Regionali e Nazionali che per prime dovrebbero essere sensibili e propositive per trovare una soluzione; in questo contesto il tuo interesse, certamente dettato anche dalla tua evidente e orgogliosa Sardità, giunge quanto mai gradito.
Colgo l’occasione che ci metti a disposizione per illustrare brevemente i motivi della nostra particolare e pacifica protesta.
Vorremmo dire allora a tutti che la nostra non è la solita e drammatica protesta di operai che si ritrovano, all’improvviso e a causa della crisi internazionale, in cassa integrazione o peggio a casa senza stipendio: alla lotta classica fatta di manifestazioni, proteste più o meno pacifiche abbiamo, ad un certo punto della nostra vertenza, deciso di sostituire la lotta non violenta e per questo abbiamo prima occupato la Torre Aragonese di PortoTorres da circa sei mesi e poi auto-reclusi nell’ex carcere dell’Asinara da ormai 130 giorni; con il nostro sacrificio difendiamo l’economia di un territorio, il Nord Sardegna, di una Regione che vede l’apparato industriale sgretolarsi sotto colpi che non sempre, anzi quasi mai, hanno ragioni nella crisi globale o nel costo dell’energia. Noi difendiamo il nostro lavoro in un settore importante del tessuto produttivo nazionale, la chimica di base, settore nel quale i Paesi Europei più sviluppati hanno investito per mantenere le produzioni. La nostra lotta non tocca solo i 130 lavoratori della Vinyls di PortoTorres ma i lavoratori diretti e indiretti dell’indotto nel territorio e del ciclo del cloro a livello nazionale con gli stabilimenti di Marghera e Ravenna.
Tutto questo ha una sola causa principale: la totale, chiara mancanza del Governo di una politica industriale seria che rilanci i settori che lo stesso definisce strategici ma non muove i passi giusti per riavviare le produzioni e non perdere l’opportunità della ripresa quando la crisi sarà finita; tutto questo per difendere gli interessi di un’Azienda, l’ENI, una multinazionale che dovrebbe essere controllata al 30% dal Governo ma il quale di fatto è incapace, o peggio, non intende controllare.
In questo scenario la Sardegna pagherà il tributo più alto perché verrà poco a poco a mancare la grande industria e, per quanto ci si possa riempire la bocca con discorsi di economia basata sul turismo e l’agricoltura, nessun Paese può permettersi di basare la propria economia solo su questi settori.
Il discorso sarebbe troppo lungo, non consono alla manifestazione e non voleva essere una lezione di economia, quindi concludo cogliendo l’occasione per ringraziare te per lo spazio che ci concedi, per il premio che ci dedichi, per la vicinanza morale e la tua disponibilità che ci aiuta giorno per giorno ad andare avanti nella nostra lotta e a demolire il muro di indifferenza che i mezzi di informazione nazionale, a parte qualche eccezione, ci hanno nuovamente costruito attorno.
Permettimi di ringraziare gli oltre 130.000 sostenitori che tramite il nostro gruppo su Facebook “L’isola dei cassintegrati” e il Blog  www.isoladeicassintegrati.com ci incoraggiano ogni giorno a difendere il lavoro: loro sono il nostro piccolo, pacifico ma determinato esercito.

Pietro Curis in nome e per conto dei colleghi de

L’Isola dei cassintegrati e della Torre Aragonese di PortoTorres”

 

 

 

…Taci. Su l’uscio

de la porta non odo

rumori che dici

naturali; ma odo

suoni nuovi

che parlano gocciole e tinniti

lontani.

Ascolta. Piove

dalle nuvole grigiastre.

Piove sulle lamiere

secche e rossastre,

piove sui palazzi

metallici ed irti,

piove sui mirti

dell’insegna del bar,

sulle catene fulgenti

d’anelli accolti,

su i fusti folti

di liquidi aulenti,

piove su i nostri volti

stanchi,

piove su le nostre mani

ruvide,

su i nostri vestimenti

ingrassati,

su i tristi pensieri

che l’anima annega

serena,

su la favola bella

che ieri

t’illuse, che oggi m’illude

o padrone……

Versi tratti da “PIANGE IL CIELO”: Remix di Zairo Ferrante de “La pioggia nel pineto” di Gabriele D’annunzio

GIOVANNA MULAS E LA SUA BATTAGLIA!!!

sansone.jpgDedico questo riconoscimento in Taormina – Giovanna Mulas
Il 7 luglio a Taormina dedicherò pubblicamente il riconoscimento col quale l’ EuropClub e la Regione Sicilia hanno voluto onorare la mia letteratura ai ‘lavoratori della scienza’; a quanti in silenzio, con pochi mezzi, apporti economici statali scarsi o scandalosamente nulli, dedicano la propria vita allo studio, alla ricerca per il miglioramento delle condizioni di vita di tutti noi.

Ancora, dedico pubblicamente questo premio agli operai del petrolchimico Vinyls di Porto Torres, cassaintegrati che per protesta contro Eni e governo che hanno deciso di chiudere le produzioni, hanno occupato e occupano da mesi l’isola dell’ Asinara. Lo dedico, da donna e madre prima che scrittrice, alla loro immensa dignità e a quella delle loro famiglie, alla forza di andare avanti nonostante il dolore e l’insicurezza per il futuro che li attanaglia e che, oggi, soffoca un’intera Italia illusa, offesa, confusa, violentata da destra e da sinistra e orfana di destra e di sinistra, falsificata, fangosa, non più nostra né dei fratelli stranieri, Italia in evidente, lunga agonia.

Alla loro lotta, alla loro resistenza attiva: che possano essere d’ insegnamento per tutti noi per il futuro che ci aspetta e che arriva veloce –troppo veloce- che è già qui: entrato senza bussare.
Futuro che solo con la conoscenza e la consapevolezza di ciò che siamo, di ciò che meritiamo e che dobbiamo ai nostri figli, saremo in grado di affrontare.
Uniti, rabbiosi e pensanti: mai, mai in rassegnazione.

GM, Lanusei 3 luglio 2010

Nota tratta da:

Quadro: Sansone deriso dai filistei, olio su tela, di Cesare Saccaggi www.fondazionecrtortona.it/.../pinacoteca.aspx

IL REGISTA GAETANO COLLOCA INTERPRETA GIOVANNA MULAS CON MUSICHE DI RIZ ORTOLANI E ORNELLA VANONI

images.jpgPresentato in Prima Nazionale al  Teatro Nino Manfredi di Ostia il corto che il regista Gaetano Colloca ha girato sul testo di Giovanna Mulas ‘Ci sono Persone’, già interpretato dal pluripremiato Raffaele Manco e da Rocco Piciulo.
Il corto di Colloca vanta, oltre al testo della scrittrice sarda, musica di Riz Ortolani interpretata da Ornella Vanoni. Voce recitante Corrado Croce.
La Mulas sarà a Taormina il 7 luglio per il riconoscimento alla Carriera. Premiati anche Ennio Morricone e Carla Fracci.

Tu, clandestino, non metterti davanti al treno, non cercare di fermarlo, e neppure, forse, forzati troppo per prenderlo. Clandestino, tutto sta nel dirsi bene, l’ho perso. Oppure bene, l’ho preso e, ovunque mi abbia portato, ho viaggiato dove volevo. Prima o terza classe, amico mio, non importa...”
(G.Mulas, ‘Ci sono Persone’)
 
 
ufficio stampa Isola Nera

L’ARTE DILAGA A TAORMINA

 europa1.jpgGiovanna Mulas, Morricone e Carla Fracci premiati da Europclub.


Il 6 e il 7 luglio Giovanna Mulas a Taormina, riceverà il riconoscimento alla carriera conferitogli dall’Associazione culturale Internazionale Europclub.

Un “premio” che, di fatto, evidenzia sia l’importanza della scrittrice Sarda dal punto di vista artistico-letterario-sociale, sia l’ottimo lavoro svolto dall’associazione Siciliana e dall’Avv. Enzo Ocera in qualità di Segretario Generale .

Bisogna infatti ricordare che , nonostante la sua giovane età, la Mulas può vantare già una candidatura al Premio letterario più importante del Mondo (ndr. Il premio Nobel nel 2006), insieme ad altri numerosissimi primi premi Internazionali ed alle sue attive collaborazioni socio-umanitarie con Unesco, Amnesty International ed altre note associazioni, sempre impegnate con l’Uomo e per l’Uomo.


Durante la stessa manifestazione saranno premiati anche il Maestro Ennio Morricone e la splendida ballerina Carla Fracci che, con musica e danza, da anni fanno volare alto il nome dell’Italia nel Mondo.

L’evento è Patrocinato dalla Regione Sicilia, dalla Provincia Regionale di Messina, dal Comune di Messina, dal Comune di Taormina, dal Comune di Giardini Naxos, dall’Unione dei Comuni delle Valli Ioniche dei Peloritani; ed ospiterà tra gli altri: i Poeti Gabriel Impaglione e Carlos Sanchez, il traduttore e critico letterario spagnolo Xavier Frias Conde, il pluripremiato scrittore olandese Arnold de Vos, la pittrice surrealista di fama internazionale Pinina Podestà, gli Artisti plastici Istvan Horkay, Bernard Dumaine e Geri Palamara che presenterranno ed esporranno le proprie opere e la loro indiscutibile “Arte”.

Zairo Ferrante

comunicato stampa tratto da: http://www.arteinsieme.net/renzo/index.php?m=72&c=&det=6813&valRcc=Z2lvdmFubmE=

sito ufficiale della scrittrice Giovanna Mulas: http://www.giovannamulas.it/home.html

sito ufficiale Europclub: http://www.europclub.eu/

 

IL DINANIMISMO VINCENTE DI BARBARA CANNETTI

CANNETTI_0001.jpgE’ con immenso piacere che il dinanimismo rende omaggio alla Poetessa Barbara Cannetti (attiva del movimento poetico rivoluzionario delle anime ed autrice di una raccolta di poesie più volte ristampata dal titolo cibernetico-surreale “16 milioni di colori”) e lo fa pubblicando solamente alcuni (visto l’alto numero) dei concorsi poetici/letterari in cui la bravissima scrittrice si è distinta:

 COMUNE DI FINALE EMILIA
Assessorato alle Pari Opportunità
Piazza Verdi n.1 – Tel. 0535 788 140 (Segreteria) – Fax 0535 788 130
 
 Prot. 2010/0008780          
 
A seguito della valutazione della Giuria, riunitasi il 24 febbraio e il 23 aprile
concorso letterario “ESSERE O SENTIRE – HO SOGNATO LA LIBERTA’”, indetto da questo Assessorato nell’ambito delle iniziative del progetto “COME TE 2010”.
L’esito della valutazione è il seguente:
 
SEZIONE NARRATIVA
MENZIONE SPECIALE
 “Rosa” di Barbara Cannetti (Corlo)
 
Cerimonia premiazione: 30 maggio alle ore 16,00 presso la Sala Consigliare del Municipio di Finale Emilia, in Piazza Verdi n.1.
 
 
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
 
CONCORSO LETTERARIO 2010
3^ edizione “LE DONNE SI RACCONTANO”
Sabato 8 maggio 2010 premiazioni della 3^ edizione del concorso letterario “Le donne si raccontano”.
SEZIONE RACCONTO O SAGGIO
• 1° classificata Cannetti Barbara (Corlo Ferrara) con: “Sanaa”
::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
 
PREMIO INTERNAZIONALE SAN MAURELIO edizione 2010 (premiazione ieri 5 giugno)
SEZIONE NARRATIVA
Opera segnalata: “IL GELATO” di Barbara Cannetti
PREMIO I DUE PATRONI – SEZIONE NARRATIVA
Opera segnalata “L’ARTISTA” di Barbara Cannetti
……………………………………..

COMPLIMENTI CARA BARBARA!!!!

 

ZAIRO FERRANTE A CENTO (FE)

 

 

16120Ferrante_jpgGRANDE.jpgZAIRO FERRANTE PORTA A CENTO IL DINANIMISMO CON AMORE E FOLLIA!!!

 


 

Il giovane poeta Zairo Ferrante originario di Aquara (Sa) ma Ferrarese naturalizzato sarà presente, il giorno 15 maggio 2010 alle ore 18 presso la galleria d’arte moderna “Aroldo Bonzagni”, alla rassegna di poesia contemporanea e di lettura “seminare parole” patrocinata dal Comune di Cento, Assessorato alla Cultura, Biblioteca Civica Patrimonio Studi ed in collaborazione con Artecento.

 

La rassegna, organizzata in occasione della Giornata Modiale Del Libro, ha avuto inizio il 24 aprile e si concluderà 22 maggio, molti sono stati gli scrittori invitati dai noti Luigi Cevolani e Giovanni Tuzet fino ad arrivare ai giovani e talentuosi Zairo Ferrante ed Alessandro Moretti che proprio il 15 maggio presenteranno, rispettivamente, “D’amore, di sogni e di altre follie”(este-edition) e “Gli occhi della mente” (Ed. Libroitalianoworld).

 

Un rassegna intensa, intelligente e ricca di sorprese che conferma l’ottimo lavoro di tutta la giunta Centese e che si va ad unire alle tante iniziative artistiche culturali già organizzate nella città del Guercino!!!

 


 

(Uff. Stampa del Dinanimismo)

 


 

per leggere il programma: http://www.comune.cento.fe.it/binary/comune_cento/agenda/SEMINARE_PAROLE1.1271404246.pdf

NUOVA AZIONE FUTURISTA AL PRIMO MAGGIO

Futuristi ferraresi “testimoni” della nuova azione di Cecchini

“L’artista è per strada” in scena alle ore 12.30 sotto la statua di San Francesco

Questo è quello che ieri 30 aprile 2010 ha pubblicato estense.com quotidiano on-line di ferrara:

173609195-e589e510-cbce-494a-a593-94f1506d5397.jpgSaranno presenti anche diversi  futuristi ferraresi (Roberto Guerra, Maurizio Ganzaroli, Zairo Ferrante e Laura Rossi) all’Azione che verrà messa in scena quest’oggi a Roma da Graziano Cecchini, alias Rossotrevi. Alle ore 12.30 infatti in piazza San Giovanni sotto la statua di San Francesco verrà inscenato “L’artista è per strada” con questa premessa: “L’arte è azione. L’arte è di tutti. L’arte è in strada, tra la gente, per la gente, con la gente”.
Dopo aver colorato di rosso l’acqua della fontana di Trevi ed aver invaso piazza di Spagna con migliaia di palline colorate, è arrivato (forse) il momento dell’Ara Pacis.
Per la Festa dei Lavoratori in agenda una nuova azione marinettiana, azione che dalle ore 15 30 sarà già visibile su YouTube sul canale video di Graziano Cecchini.

http://www.estense.com/futuristi-ferraresi-testimoni-della…

Questo è quello che oggi 1° maggio riporta l’Unità on-line:

IL FUTURISTA
Disegni, nomi, simboli, messaggi di pace, d’amore, di rispetto per l’ambiente. Frasi di solidarieta’ ai terremotati de L’Aquila. Tutto su un telo giallo di 3×30 metri steso davanti la Basilica di San Giovanni prima del concertone e 100 bombolette spray messe a disposizione della gente. E’ il frutto dell’ultima azione messa a segno da Graziano Cecchini, l’artista futurista gia’ noto alle cronache per aver dipinto di rosso l’acqua della Fontana di Trevi o per aver fatto rotolare migliaia di palline colorate dalla scalinata di Piazza di Spagna.

Poco prima del concerto del Primo Maggio Cecchini, che si fa chiamare Rossotrevi, ha messo a segno la sua ultima azione. E’ bastato questo a far scatenare il pubblico presente in piazza che, bombolette alla mano, ha iniziato ad esprimersi sulla tela. Un’opera che Cecchini ha intenzione di tagliare e montare in singole tele che saranno esposte in una mostra aperta a tutti. Circa 500 persone hanno contribuito a realizzare un’opera d’arte collettiva, condivisa in tempo reale su internet tramite i cellulari. E dopo un’ora le immagini e i video gia’ rimbalzavano oltreoceano. ”E’ il primo graffito del futurismo del III millennio – ha spiegato Graziano Cecchini -, la dimostrazione pratica della velocita’ del Gigabyte, mentre il mondo e’ ancora fermo e ancorato ad arcaiche tecnologie. L’arte e’ molto piu’ veloce di qualsiasi tipo di discorso. Basta una bomboletta e un pennarello per suscitare un’emozione. L’arte di tutti. L’artista e’ per strada”.

http://www.unita.it/news/italia/98134/primo_maggio_le_sto…

foto tratta da: http://www.kataweb.it/multimedia/media/24376391

video tratto da: http://www.youtube.com/watch?v=VvZGzas6yGY

IL DINANIMISMO LANCIA SABETTA CON IL SUO VIDEO SU “ROSCIGNO VECCHIA”

Roscigno Vecchia La “Pompei del Novecento” immortalata dal regista e fotografo Italo Sabetta.

“Roscigno Vecchia” non è  un semplice e piccolo paese fantasma in provincia di Salerno ma un luogo dove chiunque può ritrovare la propria anima senza doverla necessariamente cercare (citazione di Zairo Ferrante)

Splendido video, realizzato dal fotografo Italo Sabetta, su Roscigno vecchia (paese fantasma in prov. di Sa) ed il suo ultimo abitante.
Il video raccoglie delle splendide e puntuali immagini che lo stesso Sabetta ha mescolato abilmente e sapientemente a parole e musica.
Il dinanimismo lo rilancia perchè il lavoro
nella sua semplicità rappresenta un vero ed immediato tuffo nell’Anima catapultanto l’osservatore in delle reltà romantico/surrealiste difficilmente ritrovabili nella quotidianeità.

ZF

La Pompei del novecento, Cosi venne chiamata Roscigno Vecchia quando agli inizi degli anni 80 fu “riscoperta” dalla stampa e divenne subito una impegnativa scommessa di recupero architettonico per il Ministero dei Beni culturali e per la Pro loco. La sua struttura è un bene culturale da salvaguardare perché rappresenta un raro esempio di complesso urbanistico sette-ottocentesco integro, mai distrutto, né saccheggiato, né alterato dallo sfruttamento commerciale: la storia del trasferimento, le lente trasformazioni delle case si possono leggere sui ruderi o sulle murature di pietra viva ancora in buono stato, sui portali, sui balconcini di ferro, sui solai in legno. Nella sostanza Roscigno Vecchia non è mai cambiata, perchè non c’è stato il tempo di modernizzarla” …..descrizione tratta dal seguente sito:  http://www.roscignovecchia.it/progetti/frmusit.htm.

 

 

VIDEO TRATTO DA: http://www.youtube.com/watch?v=rQNHkxWwu6c