Browsing "COLLABORAZIONI OLTRE CONFINE"

Milena Petrarca: trilogia di Poesie-dipinte ( Parte terza )

POESIA DIPINTA n3
Pensiero insistente,,,
di 
Milena Petrarca
1Donna della verità
Pensiero insistente
Smpre presente
Nella tua mente
Per un mondo
Privo di bellezza
Mentale senza un cuore
Che fa battere l’universo
Sempre più assente
Nella sua essenza
Tu donna fai palptare
Un cuore di farfalle
Che segnano
La tua libertà.
*Versi e foto quadro ricevuti direttamente dall’Artista Milena Petrarca che ne detiene tutti i diritti

Milena Petrarca: trilogia di poesie-dipinte ( Parte seconda ).

 Poesia dipinta n2
Intramontabile sole della vita…
di
Milena Petrarca
unnamedTu donna difendi
Con ardore
La tua libertà
Unica è
La tua volontà
Di creare
La gioia di vivere
Ti distingue
Queell’immenso
Sentimento
Che ti fa forte
Davanti agli ostacoli
Più insormontabili
Tu testarda instancabile
Rispondi al richiamo
Della lotta che ti pervade
E ti fa grande
Intramontabile Sole della vita.
*Versi e foto quadro ricevuti direttamente dall’Artista Milena Petrarca che ne detiene tutti i diritti.

Carlos Sanchez e il suo impaccio… poetico

Questo impaccio mio 

A Cecilia Sánchez

41JHDVR9TkL._SX200_Se un’altra volta tornassi ad interrogarmi
io ti risponderò nella stessa maniera
forse farei gesti come di non capire:
ti chiederei di ripetere la domanda.
Non ho certezze da confermarti adesso
a stento una manciata di parole appassite
ordinate dall’azzardo della memoria:
rami di un bosco di alberi pietrificati.
Ho avuto una volta una vita casta per osare
che adesso certamente per nulla rimpiango
e che senza superbia tornerei a ripetere
come quel lucido poema di Kavafis;
alcuni muscoli dilatati per il fervore
in una somma di esercizi inutili
un ritratto della signora speranza
un poco assonnata fra le mie braccia.
Si rilego l’elenco pochi rispondono all’appello
le battaglie hanno prodotto infinite stragi
e se controllo le voci del bilancio
le cifre si comportano come formiche
arrampicandosi sulle toppe dell’anima.
Ti chiedo perdono per questo mio impaccio:
potresti provare a ripetere la domanda?

Di “Alta marea” Edizioni Quasar, Roma, 2005

Este empacho mío

A Cecilia Sánchez

Si otra vez volvieras a preguntarme 
yo te contestaría quizás de la misma manera 
haría gestos como de no entender:
te pediría que repitieras la pregunta.
No tengo certezas que confirmarte ahora 
apenas un puñado de palabras mustias 
ordenadas por el azar de la memoria:
ramas de un bosque de árboles petrificado.
He tenido una vez una vida casta para osar 
que ahora ciertamente para nada añoro
y que sin soberbia volvería a repetir 
como aquel lúcido poema de Kavafis;
algunos músculos dilatados por el fervor 
en una suma de ejercicios inútiles 
un retrato de la señora esperanza 
un tanto adormecida entre mis brazos.
Si releo el elenco poco responden al apelo 
las batallas han producido infinitos estragos 
y si controlo las voces del balance 
las cifras se comportan como hormigas 
trepándose sobre los parches del alma.
Te pido perdón por este empacho mío:
¿podrías probar a repetir la pregunta?

De “Alta Marea” Ediciones Quasar, Roma, 2005

*Versi ricevuti direttamente dall’autore tramite social network.

Milena Petrarca: trilogia di poesie-dipinte ( Parte prima ).

Con immenso piacere pubblichiamo una trilogia di quadri e versi di Milena Petrarca. Artista poliedrica che con il suo stile ha saputo ritagliarsi un importante e personale  spazio nel panorama dell’Arte Italiana e non solo.
Poesia dipinta n1
Il mio volo…
di
Milena Petrarca
 
uccelliNell’azzurro
Mi libro
Libera
Come
Uccelli
Aggrovigliati
In questa
Veste
Di fucsia
Dipinta
Frastagliata
Di fragrante
Primavera.
*Versi e foto del quadro “Uccelli” ricevuti direttamente dall’Artista Milena Petrarca che ne detiene tutti i diritti.

Versi d’Autore Italo-Argentino.

Imperdonabile
di
Carlos Sanchez

orologio-300x245È che cercando il miracolo 
si è addormentato il bambino 
nelle tue braccia 
la mela matura 
è caduta dall’albero 
la parete si è spaccato 
il soffitto 
gocciola 
le opportunità 
si è fatto frantumi 
lo specchio si è rotto.
Hai cambiato scarpe 
malinconie 
furtive certezze.
Aspettando il miracolo 
si sono fatti notti 
i giorni 
veloci gli anni.
Cercando e sperando 
sperando e cercando 
lascerai la tua occasione
senza uso 
ammucchiata 
ingarbugliata 
tra le cose 
della casa.

Folignano City, 2014 

Imperdonable

Es que buscando el milagro
se ha dormido el niño 
en tus brazos
la manzana madura
ha caído del árbol
la pared
se ha resquebrajado
el techo
gotea 
las oportunidades
se han hecho trizas
el espejo se ha roto.
Has cambiado zapatos
melancolías
furtivas certezas.
Esperando el milagro
se han hecho noches
los días
veloces los años.
Buscando y esperando 
esperando y buscando
dejarás tu ocasión
sin uso
amontonada
enredada
entre las cosas
de la casa.

Folignano City, 2014

*Versi ricevuti direttamente dall’Autore tramite social-network.
**Foto orologio molle di Dalì liberamente postata dalla Redazione del blog e tratta da: http://www.culturaeculture.it/2013/07/the-dali-universe-a-sorrento/39388#

Riflessione inedita di Carlos Sanchez…

Non so se posso chiamarla riflessione

di

Carlos Sanchez

spilled_paint_384845Vedo che tutto si somiglia tanto 
questa double face della vita 
inutile separare il tuorlo dalla chiara 
la morale di uno 
della morale dell’altro.
Le cose sono così mischiate
che di tante parole veloci 
la realtà rimane sola.
È un dramma 
la memoria selettiva 
il psicologo 
che giustifica 
e tratta di rattopparlo tutto.
Un po’ di saggezza 
non starebbe male
cambiano gli scenari 
ma l’Opera 
si deteriora sempre di più.
Non so a che servono i musei 
i papiri 
i testi della storia
le poesie 
le teorie plausibili del big bang 
lo Spirito Santo.
Più gli faccio girare 
alle idee 
più le vengono capogiri.

maggio 2014

No sé si puedo llamarla reflexión 

Veo que todo se parece tanto
esta doble faz de la vida
inútil separar 
la yema de la clara
la moral de uno
de la moral del otro.
La cosas vienen tan mezcladas
que de tantas palabras veloces
la realidad se queda sola.
Es un drama 
la memoria selectiva
el psicólogo
que justifica 
y trata de emparcharlo todo.
Un poco de cordura
no estaría mal
cambian los escenarios
pero la Obra 
se deteriora siempre más.
No sé a que sirven los museos
los papiros
los textos de la historia
las poesías
las teorías plausibles del big bang
el Espíritu Santo.
Más le doy vueltas
a las ideas
más las mareo.

mayo 2014

**Versi ricevuti direttamente dall’Autore tramite social network.

*Immagine postata dalla redazione di questo blog e liberamente tratta da: http://www.focus.it/ambiente/natura/24012011-0948-667-terra-mozzafiato_5_C38.aspx

Nuovi versi di Carlos Sanchez: ecologia e poesia!!!

Droga ecologica

di

Carlos Sanchez

amazzonia-cascata-620x465Mi sono drogato 
in questa domenica di settembre.
L’aria era sottile nelle alture 
il mio volo lento 
i profumi intensi.
Alcuni campi arati 
mi ricordavano Klee 
e la luce rimbalzava 
sulla macchia dei boschi 
si annidava nelle rocce 
colava per le vene 
tracciati dall’acqua.
Nessuno era assente 
nessuno interferiva 
in questa solitudine essenziale.
Come era lento 
il mio cuore usato 
come erano dilatate 
le antenne delle mie mani.
All’inizio dell’autunno 
con la mente silenziosa 
mi sono drogato 
naturalmente 
di immensità.

Setiembre 2012 
Folignano City 

Droga ecológica

Me he drogado
en este domingo de septiembre.
El aire era sutil en las alturas
mi vuelo lento
los perfumes intensos.
Algunos campos arados
me recordaban Klee
y la luz rebotaba
sobre la mancha de los bosques
se anidaba en las rocas
chorreaba por las venas
trazadas por el agua.
Nadie estaba ausente
nadie interfería
en esta soledad esencial.
Come era lento
mi corazón usado
como estaban dilatadas
las antenas de mis manos.
Al inicio del otoño
con la mente callada
me he drogado 
naturalmente
de inmensidad.

Septiembre 2012
Folignano City

*VERSI RICEVUTI DIRETTAMENTE DALL’AUTORE TRAMITE SOCIAL NETWORK.

**Foto postata dalla redazione del blog e liberamente tratta da: http://www.latitudeslife.com/2012/04/ecuador-il-cuore-nativo-dell%E2%80%99amazzonia/

Carlos Sanchez… d’amore o d’amicizia

Una vecchia amicizia 

di

Carlos Sanchez

pinguini-innamorati-coppiaE se parlo della morte 
– la mia unica certezza – 
non è per spaventarla 
né per affrettare la sua decisione.
La nostra è una relazione 
molto antica 
con momenti di dimenticanze 
e di affabili conversazioni.
Lei chiuse l’accordo 
con molti dei miei parenti 
con molti dei miei amici 
ma non si è danneggiato 
il nostro rispetto mutuo.
Non celebreremo 
il nostro incontro definitivo 
sarà un’esperienza nuova 
per me 
che solo lei conosce bene.
Non so che farò dopo 
che sorprese 
mi procureranno 
i cambiamenti.

*Inedita, 2014 ricevuta direttamente dall’Autore tramite social network.

**Foto postata dalla redazione del blog e liberamente tratta da: http://www.ecoo.it/articolo/animali-strani-i-pinguini-che-si-baciano/14067/

E sboccia la primavera…nella poesia di Carlo Sanchez

Prudenza primaverile 

di

Carlos Sanchez

04_primavera_bigIn mezzo a questo silenzio 
che non ha uguale 
lo stesso sole di sempre 
adesso parla 
della primavera 
che verrà 
e nella pelle 
nei pensieri 
nelle idee 
gocciola un beveraggio 
di fiori profumati.
Fuori continuano 
a peggiorare le cose 
ingrassando il malessere 
dei conti 
ristagnata l’idea 
del paradiso terreno.
La rassegnazione non sarebbe 
durante il camino 
un buon consigliere.

Folignano City, 2014 

Prudencia primaveral

En medio de este silencio
que no tiene igual
el mismo sol de siempre
ahora habla
de la primavera 
que vendrá
y en la piel
en los pensamientos
en las ideas
gotea un brebaje
de flores perfumadas.
Afuera siguen 
empeorando las cosas
engordando el malestar
de las cuentas
empozada la idea
del paraíso terrenal.
La resignación no sería 
un buen consejero
en el camino.

Folignano City, 2014…

*Versi ricevuti direttamente dall’Autore tramite social network.

**Foto postata direttamente dalla redazione e liberamente tratta da: http://www.meteoweb.eu/2014/03/ambiente-cnr-ecosistema-a-rischio-a-causa-della-primavera-anticipata/268873/

Uno stravagante Carlos Sanchez… inedito!!!

Stravagante
di
Carlos Sanchez

m1d86kcfpHo visto per la strada
una donna anziana
accompagnata dal suo bastone
un albero di mimosa
che stava timidamente fiorendo.
Tuo mi dirai
che c’entra questo
con la crisi
col cattivo governo
con la gente
che si è riempita
di povertà
con la metafora
che guadagnerai il pane
col sudore della tua fronte
con la ricchezza
che è sempre più ricca
con l’idea democratica
di essere prigioniero
di questo sistema putrefatto.
È certo
hai ragione
ma io credo di sentirmi vivo
perché quella mimosa
sta fiorendo.

Inedito, 2014

Extravagante

He visto por el camino
una mujer anciana
acompañada de su bastón
un árbol de aromo
que estaba
tímidamente floreciendo.
Tu me dirás
que tiene que ver esto
con la crisis
con el mal gobierno
con la gente
que se ha llenado
de pobreza
con la metáfora
de que ganarás el pan
con el sudor de tu frente
con la riqueza
que es cada vez más rica
con la idea democrática
de ser prisionero
de este sistema putrefacto.
Es cierto
tienes razón
pero yo creo de sentirme vivo
por que ese aromo
está floreciendo.

Inédito, 2014

**Foto postata dalla redazione del blog e liberamente tratta da: http://www.wantedinrome.com/news/2002083/international-womens-day-in-rome.html