“SENTIERI CHE SI SFIORANO E SI ALLONTANANO” di Giancarlo Fattori, nel giorno delle nozze.

SENTIERI CHE SI SFIORANO E SI ALLONTANANO

 

Marc_Chagall_-_Mariee_eventailil punto messo a fuoco era l’incendio

quello reale e quello immaginato

le radici protratte verso il cielo

i sentieri che scorrono verso me

e te e il nessun luogo e forse l’amore

 

scrivere è cosa facile se è di pioggia

e lo spirito dell’universo è una punteggiatura

ma non è più questo scritto di maltempo

non è il cielo né il suo aroma che si piega

è un modo di restare a osservare il vento

 

il raggio di luce ti sorprende alle spalle

s’irraggia nella linfa delle tue dita

lo sguardo intonato al canto di foresta

nuova irridescente di spirito errante

di cuore che batte sulla riva di un lago

 

e resta il disordine delle cose imparate

come attraversare strade in penombra

la mano che sboccia verso l’altra mano

il mondo che riappare verso un mondo diverso

uno spartito di fumo pietrificato e silenzio

 

è soltanto la mia una nota che sussulta

la frase bella decantata fra la cenere rossa

uno stormire di fogli bagnati dall’inchiostro

ti ho detto di quel sogno eh si l’ho detto

era un sogno senza gravità senza rumore

 

dietro il velo bianco un sorriso di luna azzurra

bello che i fuochi di una radura paion brutti

sorriso che unisce cielo e terra nell’autunno

e sulla soglia di un’aurora dischiusa ai tracciati

cicatrici che dipingono la notte come costellazioni

 

Giancarlo Fattori

( nel giorno delle nozze dell’amica Silvia Solari )

*Versi ricevuti direttamente dall’Autore.

**Immagine “Marc_Chagall_-_Sposa con Ventaglio”  postata dalla redazione e liberamente tratta da: https://www.ameliste.it/magazine/le-tradizioni/costume/1403-il-matrimonio-rappresentato-dai-pittori

“SENTIERI CHE SI SFIORANO E SI ALLONTANANO” di Giancarlo Fattori, nel giorno delle nozze.ultima modifica: 2017-11-05T12:43:52+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

I commenti sono chiusi.