UN LIBRO O UN CASO? Ma è “Suicidio” l’umiliazione, la condanna a morte di un Popolo Operoso da parte dello Stato?

Schermata 2015-01-13 alle 12.09.21“INNO ALLA VITA” – ERANO NOSTRI FRATELLI, LO STATO LI HA SUICIDATI.

Un libro di L. Facchinetti e G. Melis

Che c’entra il Suicidio con la Legge? Con le Regole Democratiche? Con l’Ordine Sociale? Con la Costituzione? Con Equitalia? Con la negazione di un piccolo Credito?

Ma è “Suicidio” l’umiliazione, la condanna a morte di un Popolo Operoso da parte dello Stato?

“Inno alla Vita” è il grido che gli Italiani migliori ci rivolgono per incoraggiarci a non lasciare nel dolore senza speranza i loro figli, le loro famiglie, le loro città, i loro paesi, le botteghe artigiane, le fabbriche, i piccoli e grandi capannoni, i laboratori… ai quali lo Stato ha detto: “Voi no!”

Erano nostri fratelli e si sono arresi, ma…

Questo libro ha le loro firme, e ci chiede di onorarle.

Grazie.

**LEGGI SU: http://www.girolamomelis.it/2015/01/inno-alla-vita-erano-nostri-fratelli-lo.html

UN LIBRO O UN CASO? Ma è “Suicidio” l’umiliazione, la condanna a morte di un Popolo Operoso da parte dello Stato?ultima modifica: 2015-01-14T20:08:28+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

1 Commento

  • Domattina ti spedisco una copia del Libro.
    Se, come e quando vuoi, anche insieme ad un amico, si può fare una presentazione nella Terra degli Este? Idealmente convitando, oltre agli Studenti, il popolo degli Artigiani, dei Piccoli Imprenditori, dei Lavoratori, delle Vittime dello Stato?
    Grazie. Giro

Lascia un commento