“Tango notturno” d’inverno… by ZF

TANGO NOTTURNO

di

Zairo Ferrante

super_luna-71Giallo limone nel cielo
s’alza silente
come specchio
al mio balcone.
Tonda è la luna
come la mia faccia.
Come gli occhi
della civetta.
Che gira la sua testa
come giostra di cavalli
senza musica e
senza festa
in cerca di sorrisi.
Di là sul cornicione
vive la sua vita
e mirando e rimirando
svolazza sulla notte
in cerca del suo nido.
Sorvola la mia testa
di qua sul mio balcone.
Sorride la civetta
e non mi degna di
uno sguardo.
Così, soli nel silenzio,
pensiamo a com’è buffo
aver la pelle d’oca.
Io la fisso e finalmente
lei mi vede… e poi subito
di colpo ci perdiamo,
distratti entrambi della vita.
E zitti
per non romper l’emozione,
un po’ come morire,
nel mare della luna ci anneghiamo.

*Versi di Zairo Ferrante tratti dal libro “I bisbigli di un’anima muta” ( CSA-editrice 2011) http://www.inmondadori.it/I-bisbigli-di-un-anima-muta-Zairo-Ferrante/eai978889670352/

**Foto postata dala redazione e liberamente tratta da: http://www.classmeteo.it/web/portale/news/sguardi-rivolti-al-cielo-arriva-la-super-luna-ma-non-sara-rosa/

“Tango notturno” d’inverno… by ZFultima modifica: 2013-12-27T16:58:58+00:00da zairo-ferrante
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento